Passepartour – 4 guide per il turismo accessibile

Passepartour è un progetto dedicato alla realizzazione di guide per il turismo accessibile del Comune di Firenze. Tramite la tecnologia Kimap, che grazie ai suoi sensori permette di tracciare i percorsi meglio percorribili di un dato territorio e di georeferenziare punti di interesse e servizi accessibili, è stato possibile mappare il comune fiorentino al fine di realizzare delle guide cartacee e online dedicate alle persone con disabilità.
Passepartour, disponibile sia in italiano che in inglese, indica così ai turisti che si muovono in sedia a rotelle o in scooter l’itinerario da seguire per raggiungere nella maniera più agevole le principali attrazioni turistiche fiorentine, con la localizzazione dei servizi fruibili dal turista disabile. Quattro sono le guide disponibili, ciascuna delle quali dedicata a una zone diversa della città e contenente un itinerario storico-artistico per un “turismo senza barriere”.

Clicca qui per visualizzare e scaricare le guide!

Kimap City

Kimap-City nasce dal grande progetto pilota europeo “SYNCHRONICITY”, incentrato sulla sperimentazione di soluzioni tecnologiche nelle Smart Cities europee. Grazie all’utilizzo della tecnologia di mappatura e navigazione “Kimap”, sviluppata dall’azienda tecnologica “Kinoa”, il portale abbatte le barriere informative legate all’accessibilità di percorsi, fermate del trasporto pubblico e punti d’interesse che non sempre risultano facili da reperire e dispersi fra molte fonti.

Grazie a Kimap-City, gli utenti potranno visualizzare e navigare nelle mappe delle città partner e capire quali percorsi presentano le migliori condizioni di accessibilità e quali fermate del trasporto pubblico risultano più accessibili. Nello specifico i percorsi sono distinti in 3 diversi categorie: “rossi” “gialli” e “verdi” che distinguono 3 diversi livelli di accessibilità, con difficoltà differenti a seconda degli ausili alla mobilità utilizzati.

Torino Social Impact

Mappatura partecipata dell’accessibilità della Città di Torino durante l’evento Impact-Ability realizzato da Nesta Italia e Torino Social Impact.

Ragazzi Accessibili

Ragazzi Accessibili è un progetto di partecipazione che unisce innovazione sociale e tecnologica ed ha come obiettivo quello di sensibilizzare gli studenti liceali sui problemi della disabilità motoria e dell’accessibilità. La metodologia utilizzata permette ai ragazzi di immedesimarsi direttamente nelle problematiche quotidiane dei cittadini con disabilità motoria: accompagnati da persone disabili, gli studenti devono infatti spostarsi su sedie a rotelle lungo dei percorsi predeterminati, al fine di comprendere gli ostacoli alla mobilità e le conseguenze che essi comportano in materia di inclusione sociale.
Il progetto è stato realizzato con la partecipazione degli studenti dell’ITIS Meucci di Firenze e dell’ITIS Balducci di Pontassieve (FI) ed il finanziamento dell’Autorità alla partecipazione della Regione Toscana.

Crowdmapping Firenze

Il Crowdmapping è un’originale tipologia di mappatura del territorio, che viene realizzata con modalità collettiva e partecipata.

La prima fase prevede un momento di formazione dei partecipanti all’uso di Kimap, tecnologia in grado automaticamente di georeferenziare tramite smartphone gli spostamenti realizzati e di rilevare lo stato del terreno, oltre a permettere l’intervento diretto dell’operatore per segnalare la presenza di ostacoli. Successivamente, si procede alla mappatura delle aree identificate: sono gli stessi disabili, in veste di partecipanti, a generare i dati oggettivi utili per il decisore politico per attuare interventi volti a migliorare l’accessibilità delle aree mappate. Infine, vengono elaborati i dati raccolti e redatte le mappe dell’accessibilità.

La prima sessione del progetto è stata realizzata nel centro storico del Comune di Firenze, al fine di rilevare l’accessibilità del territorio e fornire all’amministrazione comunale le informazioni necessarie alla programmazione e monitoraggio degli interventi a favore dell’accessibilità per i soggetti con disabilità motoria.

Crowdmapping Porcari

Il Crowdmapping è una originale tipologia di mappatura del terriotorio, che viene realizzata con modalità collettiva e partecipata.
Il progetto si basa sull’impiego della tecnologia Kimap, in grado automaticamente di georeferenziare gli spostamenti realizzati e di rilevare lo stato del terreno, oltre a permettere l’intervento diretto dell’operatore per segnalare la presenza di ostacoli. Tramite il Crowdmapping realizzato con Kimap, sono gli stessi disabili a generare i dati oggettivi utili per il decisore politico per attuare interventi volti a migliorare l’accessibilità delle aree mappate.
Una sessione del progetto è stata realizzata nel Comune di Porcari (LU), che aveva espresso la necessità di mappe dettagliate dell’accessibilità del centro storico come materiale conoscitivo per l’aggiornamento dei piani PEBA e la rimozione delle barriere architettoniche mappate.

Scarica il navigatore Kimap

 

il navigatore pensato per i disabili motori che aggiorna i percorsi accessibili in modo automatico con navigazione ottimizzata per carrozzina, handbike elettrico e scooter.