I Kimappers, la community, Kimap

Fino a pochi anni fa la risposta a una persona in sedia a rotelle che chiedesse “Dove posso andare?” era un sola: “Da nessuna parte!”.

La possibilità di spostamento autonomo era assai limitata; il più delle volte ci si poteva muovere se spinti da qualcuno, rinunciando a qualsiasi forma di autonomia e sottostando alle innumerevoli asperità del terreno e barriere all’accessibilità presenti sul percorso.

Lo sviluppo di nuovi ausili per la mobilità avvenuto negli ultimissimi anni ha cambiato in maniera sostanziale questa situazione: esiste ora in commercio un vasto insieme di prodotti che sfruttano la propulsione elettrica e, per questa via, aumentano in maniera prima impensabile le possibilità di mobilità e di autonomia degli utenti. Con l’uso di questi nuovi dispositivi la domanda ”Dove posso andare?” ha un senso: ed ha un senso lo sviluppo di un navigatore pensato per i disabili, volto a semplificare gli spostamenti per lavoro e per svago, in ambito urbano ed extraurbano per rendere effettive le potenzialità per la mobilità dei disabili delineate dalle nuove tecnologie.

Il navigatore cui pensiamo utilizza le più avanzate tecnologie di posizionamento e comunicazione disponibili ed è in grado di aumentare la propria affidabilità mettendo a sistema le informazioni sull’accessibilità raccolte, in tempo reale e in maniera automatica, dagli utenti.  Durante il suo impiego infatti il navigatore non soltanto suggerisce i percorsi da seguire, ma verifica e aggiorna costantemente lo stato della loro percorribilità. La condivisione in tempo reale fra gli utenti dei dati disponibili costituisce la migliore garanzia circa la precisione e l’aggiornamento delle informazioni messe a disposizione: la community degli utenti che in questo modo viene a crearsi rappresenta quindi il vero punto di forza di Kimap.

La sezione Community del sito web intende rappresentare un primo luogo di aggregazione fra gli utenti. Un luogo in cui raccogliere informazioni e discutere dei problemi connessi all’uso del dispositivo, con l’obiettivo ultimo di promuovere l’accessibilità dei territori per aumentare le possibilità di mobilità ed autonomia dei disabili.