Kimap fa tappa in Scozia, l’accessibilità di Glasgow

di Armando Dei

Durante una visita di qualche giorno a Glasgow, con Kimap ho potuto mappare i percorsi verso le principali attrattive della città accessibili a una sedia a rotella.

Glasgow è una città molto attraente, viva, colta e verde rivelatasi in più quasi completamente accessibile. Taxi e autobus sono attrezzati ad accogliere gli utenti in sedia a rotelle, gli scivoli sono previsti in quasi tutte le strade, i servizi accessibili sono presenti nella maggior parte delle strutture commerciali e ricettive. Le possibilità di spostamento, anche in autonomia, dei disabili motori per le vie della città sono dunque notevoli. In questo panorama positivo ricordate però che la metropolitana non è accessibile.

Data questa facilità di spostamento nei pochi giorni di permanenza in città ho potuto visitare con la mia sedia a rotelle spinta da un ruotino elettrico le maggiori attrazioni della città e mappare con Kimap gli itinerari percorsi per arrivarci.

Di seguito le principali fra queste mappe.

Il centro città. Pieno di negozi e brulicante di persone il centro della città è quasi interamente pedonale, con strade comode e marciapiedi agibili nei tratti in cui il traffico è consentito. Pienamente accessibile alle sedie a rotelle.

La Cattedrale di San Mungo e il cimitero storico (Necropolis). Dal centro città in sedia a rotelle è possibile raggiungere facilmente la Cattedrale medioevale e l’adiacente cimitero, un’oasi di pace e di raccoglimento dove è possibile ammirare, percorrendo strade in salita a volte sterrate, il panorama della città e i suoi dintorni.

L’Università e il West End. L’Università di Glasgow risale al quindicesimo secolo: ha un’architettura suggestiva i cui ambienti spesso ricordano la Scuola di Hogwarts. Situata nel cuore del West End, senz’altro il quartiere più vivo e trendy della città, non fatevi scoraggiare dalle numerose salite che è necessario percorrere per arrivarci.

Il Parco di Kelvingrove e l’Orto Botanico. Glasgow è una delle città più verdi d’Europa: con numerosi parchi e giardini, il rapporto verde/abitanti è fra i più alti del continente. Il percorso che abbiamo fatto parte da uno dei più belli di questi parchi, costeggia e attraversa il fiume Kelvin, passa sotto l’Università, entra nel cuore del West End per arrivare al magnifico Orto Botanico della città, secondo un itinerario completamente accessibile che evita le scale presenti sull’itinerario segnalato dalle guide della città.

Che dire… Se vi capita l’occasione non perdete l’occasione di visitare Glasgow. E portate Kimap con voi per continuare il lavoro di mappatura e rendere disponibili a tutti le altre numerose attrattive di questa affascinante e accessibile città.